Guida per principianti per combinare modafinil e canapa

Questa pubblicazione è disponibile anche in: English Français Deutsch Español

La canapa è una pianta complicata.

Può essere una sostanza sia stimolante che sedativa, può migliorare o annullare la produttività, e può aiutarci con sintomi come l’ansia oppure addirittura peggiorarli.

Il trucco è scegliere la varietà giusta. Ogni tipo di canapa è diversa e produrrà effetti diversi.

La canapa può aiutarvi nel vostro consumo di modafinil o danneggiarvi.

Questa guida mira a rompere le barriere e ad aiutarvi a capire esattamente come combinare canapa e modafinil in modo efficace.

Parleremo anche di alcuni trucchi per evitare gli effetti collaterali negativi associati a queste sostanze.

Perché combinare canapa e modafinil?

Esistono molti motivi per voler combinare canapa e modafinil.

Il più comune è ridurre alcuni effetti collaterali del modafinil. Alcuni li combinano per aumentare ulteriormente gli effetti del modafinil sulla concentrazione e la creatività.

Altri ancora li combinano indirettamente assumendo modafinil per motivi di lavoro o di studio durante la giornata e poi fumando un po’ d’erba per rilassarsi.

Combinare modafinil e canapa è pericoloso?

Ne discuteremo più dettagliatamente in seguito.

Raccomandiamo ai nostri clienti nell'Unione Europea 🇪🇺 (Italia 🇮🇹, Spagna 🇪🇸, Germania 🇩🇪, Francia 🇫🇷, ecc.) e 🇨🇭 Svizzera di acquistare Modafinil da Eufinil >>>, l'unico venditore che spedisce da uno stato membro dell'UE (dalla Germania) per evitare di pagare tasse doganali o altri costi aggiuntivi dall'ufficio postale. Eufinil offre consegne al 100% di successo in Italia >>>

Modafinil è un prodotto eccellente; Mi aiuta davvero a dare una spinta in più quando lavoro due lavori o faccio un turno di notte. Inoltre aiuta il mio umore e il mio benessere generale. Nessun effetto collaterale, funziona davvero bene, davvero.

Un’introduzione su come funziona modafinil

Per spiegare come combinare canapa e modafinil, dobbiamo brevemente esaminare come funziona modafinil.

Modafinil è una sostanza chimica isolata e sintetica.

Ha diversi effetti sull’organismo che costringono il cervello in uno stato di veglia.

Gli effetti di modafinil comprendono:

  1. Aumento dei livelli di dopamina e norepinefrina (inibendone la ricaptazione) [2]
  2. Incremento del rilascio di oressina (un regolatore chiave dello stato di veglia nel “ritmo sonno-veglia” [3]
  3. Incremento del rilascio di istamina (che ha un effetto stimolante sul cervello) [4]

La somma di questi effetti ci fa sentire molto svegli mentre il farmaco è in circolo. Questa condizione può durare fino a 20 ore, in base alla dose e alla corporatura del soggetto.

Il motivo per cui modafinil è così utile al miglioramento della produttività è che aumenta notevolmente la quantità di tempo produttivo di cui disponiamo per occuparci di un dato compito. Ci aiuta anche a concentrarci sul compito in questione e a evitare distrazioni.

In che modo metabolizziamo modafinil

Non appena modafinil entra in circolo, il fegato inizia a metabolizzarlo (principalmente attraverso gli enzimi CYP3A4).

Il fegato converte il principio attivo in una versione inattiva e idrosolubile chiamata acido modafinilico. Successivamente, i reni filtrano questo metabolita e lo eliminano attraverso l’urina.

Il grado di efficienza del nostro metabolismo epatico determinerà la velocità con cui modafinil sarà eliminato dall’organismo. Chi ha una scarsa funzionalità epatica potrebbe constatare una durata maggiore degli effetti del farmaco, mentre chi gode di un metabolismo epatico estremamente efficiente potrebbe registrare effetti di breve durata.

Un’introduzione sulla canapa (Cannabis spp.)

I principi attivi della canapa sono noti come cannabinoidi.

Si tratta di un gruppo di circa 113 sostanze chimiche diverse che interagiscono con una serie di speciali recettori situati in ciascuna delle nostre cellule. Questi recettori e i composti che interagiscono con essi sono noti collettivamente come sistema endocannabinoide.

I cannabinoidi della pianta di marijuana si legano a questi recettori e li attivano, a varie intensità.

I cannabinoidi più significativi della pianta sono i THC e i CBD. Ciascuno di essi produce effetti diversi sull’organismo.

Che cos’è il THC?

Il THC è considerato più stimolante del CBD.

Si tratta del principale componente psicoattivo della pianta che porta con sé i suoi effetti psicoattivi, stimolanti e di aumento dell’appetito.

Sebbene le piante di marijuana possano avere livelli molto variabili di THC, generalmente gli ibridi a predominanza sativa ne presentano in quantità maggiore rispetto ad altri cannabinoidi.

È possibile anche acquistare THC allo stato puro o procurarsi estratti di erba che lo contengono in maniera prevalente.

Una canapa ad alto contenuto di THC viene spesso definita come in grado di produrre un “high cerebrale” e può causare effetti come ansia, paranoia e insonnia.

Le varietà ad alto contenuto di THC sono particolarmente adatte per integrare gli effetti stimolanti del modafinil, riducendo l’inappetenza tipica del farmaco, e per riprendersi da un loro fastidioso calo.

Che cos’è il CBD?

Il CBD produce un effetto maggiormente calmante del THC.

Non è psicoattivo, ma veicola soprattutto gli effetti analgesici, calmanti, ansiolitici e miorilassanti della pianta.

Pertanto, le varietà di canapa ad alto contenuto di CBD sono particolarmente adatte per ridurre gli effetti collaterali di modafinil come ansia, tensione muscolare, cefalea e insonnia.

Gli ibridi di marijuana a predominanza indica hanno più probabilità di avere livelli maggiori di CBD rispetto alle loro controparti a predominanza sativa.

Ci sono, ovviamente, delle eccezioni alla regola.

È sempre meglio esaminare il profilo cannabinoide di ciascuna varietà che intendete acquistare piuttosto che presumere che qualsiasi cannabis indica faccia al caso vostro.

Sono disponibili anche gli estratti di CBD, che possono rivelarsi la soluzione migliore se il vostro scopo di combinare modafinil e canapa è ottenere proprio gli effetti benefici del CBD.

A tal fine, consigliamo di trovare una buona varietà a predominanza indica ad alto contenuto di CBD. È meglio combinare questa forma di cannabis in un secondo momento, quando gli effetti di modafinil iniziano a diminuire dopo aver superato il punto intermedio.

Come combinare modafinil e canapa in modo efficace

1. Usare la canapa per ridurre gli effetti collaterali di modafinil

Probabilmente, si tratta del motivo più comune che spinge a combinare queste due sostanze.

Modafinil è un potente psicofarmaco che stimola le zone del cervello associate allo stato di veglia. Aumenta le concentrazioni neurochimiche di norepinefrina, dopamina, istamina e oressina, le quali lavorano di concerto per farci sentire attenti e concentrati.

Come qualsiasi altro farmaco, può manifestarsi qualche spiacevole effetto collaterale.

La canapa (Cannabis indica/sativa) offre dei vantaggi unici in grado di ridurre alcuni di questi effetti.

È importante sottolineare, tuttavia, che questi vantaggi dipendono in larga misura dalla varietà scelta, data l’alta variabilità delle sostanze fitochimiche contenute nella pianta della cannabis.

Come accennato in precedenza, i due principali cannabinoidi della pianta di marijuana sono il THC e il CBD. Entrambi offriranno benefici ed effetti collaterali diversi.

Pro e contro di combinare THC e modafinil
ProContro
Aumenta l’appetito soppresso da modafinilPuò causare iperstimolazione e aumentare effetti collaterali come paranoia, irritabilità, insonnia e ansia
Può alleviare gli effetti negativi del calo di modafinilPuò aumentare altri effetti collaterali come disidratazione, irrequietezza e secchezza delle fauci
Pro e contro di combinare CBD e modafinil
ProContro
Allevia l’iperstimolazione causata da modafinil, migliorando effetti collaterali come ansia, paranoia, irritabilità e insonnia.Può peggiorare ulteriormente l’inappetenza
Può migliorare notevolmente i sintomi dell’insonniaPuò ridurre l’impatto generale di modafinil grazie ad alcune azioni opposte
Come usare la canapa per diminuire gli effetti collaterali di modafinil

Come potete probabilmente notare, non è una passeggiata combinare canapa e modafinil per eliminare gli effetti collaterali di quest’ultimo. Se si sceglie la varietà errata, la combinazione potrebbe essere inefficace o persino peggiorare gli effetti collaterali.

Ecco perché è importante individuare quali effetti collaterali si vuole ridurre.

Se ritenete che modafinil vi faccia sentire sovra-stimolati, provate un dosaggio più basso. Anche una varietà ad alto contenuto di CBD potrebbe alleviare questo effetto collaterale.

Potete trovare le varietà ad alto contenuto di CBD tramite strumenti come Leafly.com. Anche il dispensario più vicino potrebbe sapere quali varietà contengono più THC o CBD.

Se non sapete da dove iniziare, vi consigliamo Cannatonic o Harle Tsu.

Se i vostri problemi con modafinil riguardano soprattutto il momento di calo degli effetti (vi sentite depressi, stanchi, a disagio), allora vi consigliamo di usare qualcosa di più equilibrato o ad alto contenuto di THC (ma non troppo alto).

L’ideale sarebbe un contenuto di THC pari al 10-20%, oppure acquistare un estratto con livelli medi di THC e CBD più basso.

A questo proposito, consigliamo Chocolope o Banana Kush.

2. Usare la canapa per potenziare gli effetti di modafinil

Alcuni consumatori combinano canapa e modafinil per potenziare gli effetti di quest’ultimo.

Sebbene queste due sostanze siano molto diverse e abbiano effetti distinti sull’organismo, alcune varietà di canapa offrono un vantaggio simile a modafinil attraverso meccanismi differenti.

Possono essere un’ottima soluzione per dare una marcia in più alla propria dose di modafinil.

Fate attenzione quando combinate canapa e modafinil a questo scopo. Queste due sostanze possono facilmente provocare un’iperstimolazione con conseguenti effetti collaterali negativi come ansia e insonnia, pertanto usate la massima cautela.

Come funziona

Uno dei tanti modi in cui è possibile usare il THC per potenziare gli effetti di modafinil è attraverso uno dei principali recettori endocannabinoidi, chiamato CB1.

Questo recettore è importante per regolare il rilascio di dopamina.

Il THC preserva i livelli di dopamina inibendo l’enzima responsabile della sua scomposizione (monoammino ossidasi) [1]. Funziona anche per incrementare il rilascio di dopamina attivando il recettore CB1 nel cervello [5].

Come potenziare gli effetti di modafinil con la canapa

La principale sostanza stimolante contenuta nella marijuana è il THC.

A questo proposito, vi consigliamo di trovare una varietà di canapa a contenuto medio-alto di THC.

È importante non cambiare dosaggio quando si combina una varietà di canapa stimolante e ad alto contenuto di THC con modafinil. Iniziate con una dose di modafinil che usate normalmente. Nella maggior parte dei casi è pari a 200 mg.

Aggiungete gradualmente la canapa. Può essere utile assumere la canapa o i suoi estratti DOPO che il modafinil ha raggiunto il picco, approssimativamente dopo circa 3-4 ore.

In questo modo prolungherete il picco ed eviterete un’iperstimolazione, poiché gli effetti della canapa e di modafinil aumentano nello stesso momento.

Se non sapete da dove iniziare, vi consigliamo Chemdawg, Jack Herer o Durban Poison.

2. Combinare modafinil e canapa separatamente

Molti consumatori di modafinil si godono un po’ di canapa una volta svaniti gli effetti di modafinil.

Dopo aver assunto modafinil durante la giornata, possono scegliere di fumarsi un po’ di marijuana in serata. Quello che molti non sanno è che è probabile che modafinil sia ancora in circolo. Esso interagirà così con le sostanze contenute nella marijuana anche se non era vostra intenzione combinarli.

Se state leggendo questo articolo per capire se è sicuro combinare canapa e modafinil, la risposta è sì, ma con alcune avvertenze.

Come già detto altrove, l’interazione tra modafinil e canapa è molto variabile. La canapa può peggiorare o migliorare gli effetti collaterali del modafinil.

Dipende tutto dalla varietà di canapa che utilizzate e da quanti CBD, THC o altri cannabinoidi sono presenti nelle foglie / fiori.

Capire le possibili interazioni è importante se desiderate consumare modafinil e canapa lo stesso giorno.

Come usare modafinil e canapa separatamente senza causare effetti collaterali negativi

Il modo migliore di combinare queste due sostanze è assicurarsi di assumere modafinil di prima mattina.

In questo modo esso sarà già stato in larga parte eliminato dall’organismo nel momento in cui vi siederete a rollare una cartina o a fare un tiro.

Ricordatevi del motivo per cui consumate la marijuana. Se la usate per rilassarvi dopo una giornata stimolante dovuta all’assunzione di modafinil, cercate una varietà dalle ben note qualità miorilassanti e calmanti.

Se siete alla ricerca delle qualità psicoattive dell’erba, provate a usare una varietà un po’ più completa ed evitate quelle ad alto contenuto di THC.

Utilizzare varietà ad alto contenuto di THC nei giorni in cui si assume anche modafinil può causare iperstimolazione e insonnia.

Tra le varietà più complete adatte all’uso combinato con modafinil figurano Chernobyl, Maui Wowie e Jack Herer.

Combinare modafinil e canapa è sicuro?

Ora che sappiamo perché combinare canapa e modafinil e come farlo per ottenere i risultati auspicati, potreste chiedervi: “Combinare modafinil e canapa è sicuro?”

Un gruppo di ricercatori ha cercato di dare una risposta a questa domanda con uno studio pubblicato nel 2010.

Hanno arruolato 12 consumatori occasionali di marijuana somministrandogli quattro sessioni di combinazioni diverse:

  1. Estratto di THC e modafinil
  2. THC e Placebo
  3. Modafinil e Placebo
  4. Placebo e Placebo

Tutti e 12 i partecipanti hanno assunto tutte le combinazioni quattro volte. A ogni somministrazione, non gli è stato detto quale combinazione stavano per ricevere.

I ricercatori responsabili dello studio sono giunti alla conclusione che “modafinil può essere tranquillamente combinato al THC per via orale” [6].

Non sono stati ancora svolti studi approfonditi sulla cannabis naturale o sugli estratti di CBD in combinazione con modafinil, ma è improbabile che si verificano interazioni negative.

In sintesi, modafinil e canapa possono essere combinati, e questa combinazione è utile per molti versi.

Tuttavia, è importante scegliere con cautela la varietà e capire quali sono i propri obiettivi.

Volete ridurre gli effetti collaterali di modafinil? — Scegliete una varietà ad alto contenuto di CBD.

Volete dare una spinta al modafinil? — Scegliete una varietà ad alto contenuto di THC.

Riferimenti

  1. Fišar, Z. (2010). Inhibition of monoamine oxidase activity by cannabinoids. Naunyn-Schmiedeberg’s archives of pharmacology, 381(6), 563-572.
  2. Volkow, N. D., Fowler, J. S., Logan, J., Alexoff, D., Zhu, W., Telang, F., … & Hubbard, B. (2009). Effects of modafinil on dopamine and dopamine transporters in the male human brain: clinical implications. Jama, 301(11), 1148-1154.
  3. Scammell, T. E., Estabrooke, I. V., McCarthy, M. T., Chemelli, R. M., Yanagisawa, M., Miller, M. S., & Saper, C. B. (2000). Hypothalamic arousal regions are activated during modafinil-induced wakefulness. Journal of Neuroscience, 20(22), 8620-8628.
  4. Ishizuka, T., Sakamoto, Y., Sakurai, T., & Yamatodani, A. (2003). Modafinil increases histamine release in the anterior hypothalamus of rats. Neuroscience letters, 339(2), 143-146.
  5. Schlicker, E., & Kathmann, M. (2001). Modulation of transmitter release via presynaptic cannabinoid receptors. Trends in pharmacological sciences, 22(11), 565-572.
  6. Sugarman, D. E., Poling, J., & Sofuoglu, M. (2011). The safety of modafinil in combination with oral∆ 9-tetrahydrocannabinol in humans. Pharmacology Biochemistry and Behavior, 98(1), 94-100.

COVID-19 Update 😷 Back to a New Normal >